LINEE GUIDA (divise per categorie di attività)

Sono attualmente in vigore il DPCM del 02 marzo 2021 e il Decreto Legge del 1 aprile 2021,
entrambi con validità fino al 6 Aprile 2021.

DPCM 2 MARZO 2021   ALLEGATI AL DPCM 2 MARZO 2021

DECRETO LEGGE 1 aprile 2021

 

Il nuovo DPCM conferma il regime di chiusure differenziate a seconda della fascia di rischio alla quale appartiene ogni Regione. E’ previsto il coprifuoco dalle 22 alle 5 in tutta Italia e la divisione del Paese in quattro fasce: bianca, gialla, rossa, arancione.

Con Ordinanza del Ministero della Salute del 9 aprile 2021 (scaricala qui), la Lombardia è in zona arancione dal 12 aprile 2021.

Di seguito un riassunto delle disposizioni principali per ogni livello di rischio:

 

MISURE GENERALI

  • Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.
  • Non è possibile uscire dalla Regione se non per comprovate esigenze oppure per recarsi in una seconda casa (di proprietà o in affitto “non breve”, ma solo con il proprio nucleo familiare convivente).
  • In zona gialla, è possibile muoversi liberamente all’interno della Regione.
  • Sono sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento.
  • Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza nonché culturali, centri sociali e centri ricreativi.
  • In zona gialla, le attività dei SERVIZI DI RISTORAZIONE (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18.00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22:00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
  • Per i soggetti che svolgono come attività prevalente il codice Ateco 56.3 (“BAR E ALTRI ESERCIZI SIMILI SENZA CUCINA”), l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18:00.
  • I centri commerciali sono chiusi nei giorni festivi e prefestivi, ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, librerie ed edicole al loro interno.
  • In zona gialla, sono consentite le attività commerciali al dettaglio e i servizi alla persona.
  • Lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito soltanto in forma statica.
  • Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente.
  • Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto; restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso.
  • Sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza.
  • Sono sospese le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura. In zona gialla, i musei e le mostre possono aprire dal lunedì al venerdì, esclusi i giorni festivi.
  • Sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate
  • Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici

ZONE ARANCIONI: misure aggiuntive

  • E’ vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori, salvo che per gli spostamenti motivati  da comprovate esigenze lavorative o situazioni  di  necessità ovvero per motivi di salute
  • È vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.
  • Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22:00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
  • Per i soggetti che svolgono come attività prevalente il codice Ateco 56.3 (“BAR E ALTRI ESERCIZI SIMILI SENZA CUCINA”), l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18:00.
  • I centri commerciali sono chiusi nei giorni festivi e prefestivi, ad eccezione delle farmacie, lavanderie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, librerie ed edicole al loro interno.
  • Nelle giornate festive e prefestive, restano aperte le attività commerciali al dettaglio nelle medie e grandi strutture di vendita non ricomprese nei centri commerciali.

ZONE ROSSE: misure aggiuntive

  • E’ vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati  da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute
  • Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22:00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
  • Per i soggetti che svolgono come attività prevalente il codice Ateco 56.3 (“BAR E ALTRI ESERCIZI SIMILI SENZA CUCINA”), l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18:00.
  • Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23 del DPCM 2 marzo 2021, sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali, purché sia consentito l’accesso alle sole predette attività e ferme restando le chiusure nei giorni festivi e prefestivi.
  • Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici.
  • Sono sospese le attività inerenti servizi alla persona tranne lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia, attività delle lavanderie industriali, altre lavanderie, tintorie, servizi di pompe funebri e attività connesse (allegato 24). Sono chiusi i barbieri e i parrucchieri.
  • I centri commerciali sono chiusi nei giorni festivi e prefestivi, ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccai, librerie ed edicole al loro interno.

Tutte le indicazioni riportate nelle singole schede tematiche devono intendersi come integrazioni alle raccomandazioni di distanziamento sociale e igienico-comportamentali finalizzate a contrastare la diffusione di SARS-CoV-2 in tutti i contesti di vita sociale. A tal proposito, relativamente all’utilizzo dei guanti monouso, in considerazione del rischio aggiuntivo derivante da un loro errato impiego, si ritiene di privilegiare la rigorosa e  frequente igiene delle mani con acqua e sapone, soluzione idro-alcolica o altri prodotti igienizzanti, sia per clienti/visitatori/utenti, sia per i lavoratori (fatti salvi, per questi ultimi, tutti i casi di rischio specifico associato alla mansione).

LINEE GUIDA SUDDIVISE PER ATTIVITA’

 

 

 

RISTORAZIONE – LINEE GUIDA

ATTIVITÀ TURISTICHE – LINEE GUIDA

ATTIVITA’ RICETTIVE E LOCAZIONI BREVI – LINEE GUIDA

SERVIZI ALLA PERSONA – LINEE GUIDA

COMMERCIO AL DETTAGLIO – LINEE GUIDA

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE – LINEE GUIDA

UFFICI APERTI AL PUBBLICO – LINEE GUIDA

PISCINE – LINEE GUIDA

PALESTRE – LINEE GUIDA

MANUTENZIONE DEL VERDE – LINEE GUIDA

MUSEI, ARCHIVI E BIBLIOTECHE – LINEE GUIDA

ATTIVITÀ FISICA ALL’APERTO – LINEE GUIDA

NOLEGGIO VEICOLI E ALTRE ATTREZZATURE – LINEE GUIDA

INFORMATORI SCIENTIFICI DEL FARMACO – LINEE GUIDA

AREE GIOCHI PER BAMBINI – LINEE GUIDA

CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI – LINEE GUIDA

FORMAZIONE PROFESSIONALE – LINEE GUIDA

CINEMA E SPETTACOLI DAL VIVO – LINEE GUIDA

PARCHI TEMATICI E DI DIVERTIMENTO – LINEE GUIDA

SAGRE E FIERE LOCALI – LINEE GUIDA

STRUTTURE TERMALI E CENTRI BENESSERE – LINEE GUIDA

PROFESSIONI DELLA MONTAGNA E GUIDE TURISTICHE – LINEE GUIDA

CONGRESSI E GRANDI EVENTI FIERISTICI – LINEE GUIDA

SALE SLOT, SALE GIOCHI, SALE BINGO E SALE SCOMMESSE – LINEE GUIDA

DISCOTECHE – LINEE GUIDA

 

RESTANO SOSPESE LE ATTIVITA’ CHE ABBIANO LUOGO IN SALE DA BALLO, DISCOTECHE E LOCALI ASSIMILATI, ALL’APERTO O AL CHIUSO.

INDICAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE

Le disposizioni del presente Decreto Legge sono efficaci fino al 30 Aprile 2021.

 

Per organizzare la riapertura a norma di legge,
si consiglia di consultare anche le altre sezioni

 

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.