ANTICIPAZIONE – Investimenti per la ripresa LINEA B

REGIONE LOMBARDIA Criteri applicativi della misura INVESTIMENTI PER LA RIPRESA: LINEA B Aree interne

Asse III Azione III.3.C.1.1.

Scarica la scheda relativa alla LINEA B

FINALITA’

Sostenere la ripresa delle attività dei settori maggiormente colpiti dalla crisi Covid, agevolando le PMI lombarde che intendono investire sul proprio sviluppo e rilancio

BENEFICIARI

PMI con sede oggetto dell’intervento in una delle Aree interne della Regione Lombardia (Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepò Pavese e Valli del Lario – Alto Lago di Como), iscritte nel registro delle imprese da oltre 24 mesi come imprese artigiane, ad esclusione di quelle operanti con codice ATECO sezione A (agricoltura, silvicolture e pesca), fatto salvo il codice 01.61.00, che risulta ammissibile. Possono partecipare anche le imprese non artigiane, con uguale localizzazione, che abbiamo i codici ATECO I.55.1 (alberghi e strutture simili), I.55.3 (aree di campeggio e attrezzate per camper e roulotte) e I.55.20.30 (rifugi di montagna) e I.56 (ristoranti) ad esclusione del codice I.56.29.

TIPOLOGIA DI PROGETTI E COSTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili al contributo investimenti per un ammontare minimo pari a € 15.000,00, da realizzare unicamente nelle Aree interne della Lombardia (vd sopra) e da rendicontare entro il termine massimo del 28 ottobre 2022.

Gli investimenti andranno realizzati per un valore pari ad almeno il 60% del valore ammesso, pena la decadenza dal contributo.

Saranno ammissibili le spese sostenute dal 2 agosto 2021 per il mantenimento, lo sviluppo e il rilancio dell’attività di impresa, con almeno una delle seguenti finalità:

  1. Transizione digitale;
  2. Transizione green;
  3. Sicurezza sul lavoro anche in ambito Covid 19 (revamping e/o interventi ordinari e straordinari per il mantenimento in efficienza di impianti e macchinari già di proprietà).

Con spese relative a:

  • Acquisto di macchinari, impianti di produzione, attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttiva;
  • Acquisto di autoveicoli nuovi di fabbrica per il trasporto merci con specifiche caratteristiche;
  • Interventi ordinari e straordinari (componentistica, manodopera) per il mantenimento in efficienza di impianti e macchinari già di proprietà, fino a max 20% delle voci a), e), f);
  • Interventi di revamping di impianti;
  • Software, licenze d’uso, servizi software di tipo cloud e saas per max 12 mesi;
  • Licenze d’uso di marchi e brevetti;
  • Opere murarie, impiantisti e assimilati per max 20% dei costi delle lettere a) e d), se direttamente correlati all’installazione dei beni oggetto dell’investimento;
  • Attività di comunicazione e marketing nel limite del 10% dei costi da a) a g);
  • Costi indiretti (spese generali) a forfait, fino al 7% dei costi da a) a g).

AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 40.000, concesso ai sensi del Quadro Temporaneo per le misure di aiuto di Stato, Sezione 3.1.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

In attesa del bando attuativo

I nostri consulenti sono in grado di effettuare una valutazione preliminare di ammissibilità e consigliarvi le migliori opzioni per il vostro progetto

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.